martedì 25 ottobre 2016

Preparativi per le collane

Per far fronte alla grande produzione di collane che mi aspetta ... come sempre quando parto voglio offrire una vasta gamma di colori ... ora passo le giornate ad appallottolare la pasta per creare le perle. 
Primo vassoio sfornato!


Piante grasse

Grazie ad una richiesta di Eleonora ho rimesso mano nelle piante grasse ... e per fortuna sono interamente in pasta di mais! Lei ha donato dei vasetti di vetro con una pianta sola alle sue colleghe ed una composizione mista. Io ho fotografato le composizioni che mi sono rimaste. Mi devo mettere al lavoro per poter offrire anche questo articolo sul mio banco natalizio. Come sempre è stato davvero apprezzato!





Collana - collezione autunno/inverno 2016

Anche quest'anno non possono mancare sul mio banco collane e spille in morbido panno lana e pasta di mais. 

Per quanto riguarda le spille ho già cominciato a tagliare i materiali per ripresentare il modello dello scorso anno con fiore di lana ma sto provando anche una seconda variante con rosa di media grandezza.
Per le collane , oltre a quelle già presentate (che ancora mi vengono richieste), ho studiato un modello più leggero e più corto.

Questa è la prima.
E' leggerissima e ha la chiusura così non vi dovete spettinare per infilarla. Il cordoncino è in alcantara, le perle come sempre in pasta di mais. A finire tre rose in feltro-pannolana. Anche qui mi aspetta un lungo lavoro di taglio e assemblaggio... oltre che lunghe giornate di creazione di perle in tinta. ... e come sempre il tempo stringe!!!





Come sempre ho fatto una marea di fotografie per rendere meglio l'idea ... e ancora non ci sono riuscita. A breve cercherò di farmi un "selfie" o di farmi fotografare (per non apparire con la classica faccia da selfie ... per non dire da mostro deformato che ne esce!)  con la collana addosso in modo da mostrare meglio le proporzioni.






Uno scatto che mi piace particolarmente



E con queste nuove collane posso dire di essere riuscita a mettermi in pari con le pubblicazioni fatte su facebook anche se nel mezzo me n'è sfuggita una ... a cui dedicherò un post personalizzato ... ovvero il prossimo post, anche se cronologicamente non rispecchia i tempi!

Lo gnomo

La chiacchierata creativa con Nicoletta della scorsa settimana mi ha portato alla realizzazione di un piccolo gnomo in stile nordico. La particolarità di questi gnomi è che sono sempre senza occhi e un grosso naso sbuca da sotto il cappello. Il mio gnomo ha due occhietti furbetti che lo distinguono dai soliti di questa specie! Ed è una creazione divertente da realizzare, tanto che , dopo il primo di prova , ho dato il via alla stesura di una marea di teste per continuare la produzione!
La base è costituita da un bicchierino in plastica rigida rivestito da un morbido pannolenci color tortora, la barba l'ho ottenuta cotonado dei fili di lana grossa color avorio-beige ed il cappello è in pannolenci stampato a pois bordeaux. Dopo averlo terminato mi sono messa ad impastare ben due impasti completi - parliamo di un kg ciascuno - per realizzare le teste che di pasta ne richiedono tanta e a tagliare a misura il panno per rivestire i bicchieri e realizzare i cappelli. Ora non mi resta che preparare i mazzetti di fili di lana da cotonare e portarmi tutti i kit già pronti per assemblarli nelle lunghe ore di permanenza al centro commerciale nel periodo natalizio.
A proposito, oggi dovrebbero aver definito tutto... speriamo non sia cambiato niente!



... e per farvi capire le mie intenzioni ... (sperando di avere il tempo di realizzarli tutti!!!) ... ecco le teste di gnomo già pronte e asciutte per trovare corpo, barba e cappello.
Se vi state chiedendo a cosa serve lo stuzzicadenti che infilza ogni testa, soddisfo questa vostra curiosità: ... assolutamente a niente! Serve a me per alzare la testa senza toccarla con le dita per paura di lasciare l'impronta!!!


 

Orso cicciotto

Un soggetto che per me è da sempre parte dell'atmosfera natalizia è l'orso. E' da un paio d'anni che non realizzo qualcosina che lo veda protagonista, perciò ho deciso che questo sarà l'anno giusto per riprendere il tema.
Quando gli operai hanno finito il tetto in legno del portico sono avanzati tanti pezzi di perline che non sarebbero serviti per nessun altro spazio in casa, ma per il mio scopo erano adattissimi. Ho disegnato delle sagome di cuori un po' storti con l'intenzione di usarli per le mie composizioni con le rose e mio papà ne ha tagliati e fresati tanti in modo da renderli più antichi. 
Per questo Natale ho steso un velo di bianco opaco molto liquido sul cuore di legno trattato con un impregnante noce e ho regalato al primo orso la sua giusta collocazione. 
Un solo fiocco in organza luminosa con spago grezzo, un sonaglio bianco e qualche foglia di agrifoglio ed ecco terminata quella che per me è una delle prime creazioni di "ritorno di pasta". Nel senso che da un po' utilizzo materiali caldi come il panno e il feltro per le mie creazioni e non solo la pasta di mais pura e semplice. (Beh, una fogliolina di feltro sotto al fiocco l'ho messa lo stesso!)
Con questo orso ... mezzo orso ... riprendo un po' una vecchia abitudine.





Avevo intenzioni di mantenere una certa coerenza di pubblicazione fra la mia pagina facebook "Dolce creare di Elisa", il mio profilo personale e il blog. Purtroppo facebook è una vetrina immediata, dove pubblico pochi dettagli e poche spiegazioni ma mi regala una visibilità che qui non ho. Siccome mi piace pensare al blog come ad un diario creativo, sono rimasta un po' indietro ma ho deciso di non tralasciare niente. Per questo passano settimane senza un post ed arriva un giorno che sembra un concentrato di creatività! Sopportataemi così e saprete qualcosa in più di me e della mia passione!

Natale in verde - tondo intrecciato con bamboline

Tempo fa, direi agli inizi della mia carriera creativa (ah, ah ...!!!), ho acquistato in stock dei tondi intrecciati in non so bene quale materiale con delle piccole palline in polistirolo dipinto di verde incastonate che mi avevano colpita subito. Infatti sono rimasti chiusi in un sacco per quasi 7 anni!!! Ora che sono riapparsi mi sono sembrati ancora più belli  di quando li avevo visti la prima volta! Allora potevo non trovare una composizione adatta? 

Dopo la ghirlanda, anche in questa nuova idea sono protagoniste le bamboline. Stavolta il corpo non c'è e due tenere faccine sui toni del verde si adagiano al centro di questo supporto alternativo. Panno verde e fiocchi in lana e velluto, accompagnati da piccole pigne poi dipinte a creare l'effetto neve si fondono con lo sfondo verdeggiante di quella che a me sembra ricordare una grande palla di Natale ... seppure piatta.
Il mio entusiasmo creativo cresce!



La scorsa settimana è stata da me Nicoletta - Polvere di creatività che periodicamente viene a passare una mattinata da me all'insegna di un sacco di chiacchiere creative, culinarie e varie. Lei alla fine mi chiede sempre scusa per avermi fatto "perdere tempo" ma io sono particolarmente felice del tempo trascorso insieme perchè a parte la spensieratezza del momento, imparo sempre qualcosa da Nicoletta. 
Stavolta è stata la volta delle espressioni. Mi ha fatto notare, supportata dalla conoscenza che le infonde suo figlio che è un grafico pubblicitario, che gli occhietti più alti (che sono stati un caso) tolgono in un certo senso tenerezza al volto e che gli occhi bassi e vicini rendono il soggetto molto più dolce. Niente di più vero! 
Grazie Nicoletta!

Giudicate voi le diverse espressioni elle due bamboline. Aveva proprio ragione?




Ghirlanda natalizia con bamboline

Superata la commissione di Gloria, ora posso tirare un sospiro di sollievo dagli impegni a scadenza ... ( vi assicuro che non è poco!!!) ed immergermi completamente nelle creazioni natalizie. Il tempo è pochissimo, gli impegni con le bambine tanti e i progetti che ho sempre troppi per trovare fisicamente tutti una realizzazione. Come sempre farò quello che posso e come dice mio marito : " ... vedrai che poi andrà bene lo stesso!"

La prima creazione natalizia che ho concluso è questa ghirlanda:


La base è un anello piatto in polistirolo rivestito di un morbido velluto a costine color avorio.
Due bamboline, il cui corpo è composto da una pallina rivestita di pannolenci color tortora e i cui capelli sono di lana, trovano comodamente posto sulla base della ghirlanda e rimangono diritte grazie all'appoggio del cappello , anch'esso in panno con fascia in pile bianco-avorio.



La parte inferiore è un miscuglio di fiocchi di lana, spago e nastro in juta e organza. Pigne di piccolissima dimensione e un cuore in vimini altrettanto piccolo a chiudere la composizione.


Le faccine delle bamboline sono particolarmente dolci e questa unione di pasta di mais con materiali caldi come il panno e la lana mi dà grande soddisfazione.

 Quanto mi è piaciuto realizzare questa ghirlanda???? Tantissimo!!! ... tanto che ... ecco che mi sono adoperata una settimana nella stesura di tste di innumerevoli misure per continuare su questa linea ... e lavorare di notte visto che sono costretta a constatare che il tempo è veramente poco!!!